Giustizia: da Monza no a modifiche piano Destinazione Italia Ordine avvocati, Provincia e commercianti scrivono a Letta

2 dicembre 2013
Giustizia: da Monza no a modifiche piano Destinazione Italia Ordine avvocati, Provincia e commercianti scrivono a Letta

(ANSA) – MONZA, 2 DIC – L’Ordine degli Avvocati di Monza e Brianza, Provincia di Monza, Unione Commercianti e Confartigianato hanno inviato una formale richiesta scritta al Presidente del Consiglio Enrico Letta, per fermare le modifiche alla Giustizia del piano Destinazione Italia. Oggetto delle critiche sono il trasferimento delle controversie commerciali dai Tribunali territoriali a quelli delle Imprese attivi solo nei capoluoghi di Regione e la concentrazione delle cause civili con sede all’estero nei tre fori di Milano, Roma e Napoli “In Lombardia si determinerebbe una concentrazione sul tribunale delle Imprese di Milano di oltre il 50% delle cause di cui si occupano i Tribunali di Monza, Como, Lecco, Sondrio e Busto Arsizio, Varese, Lodi, Pavia, Vigevano e Voghera – si legge nel documento a firma del Presidente dell’Ordine Francesca Sorbi e del Presidente della Provincia Dario Allevi – il Governo dovrebbe dare vita ad un intervento complessivo sul sistema giustizia, attraverso un progetto di ampio respiro, senza ricorrere a provvedimenti spot che, in questi ultimi anni, hanno solo peggiorato il funzionamento della giustizia civile”.

Print Friendly, PDF & Email
Referendum: Cassazione, manca quorum quesiti giustizia. Decisione ufficiale dopo anticipazione giorni scorsi
Giustizia: mediazione,ministro vigilera' su illeciti e costi. Direttiva Cancellieri su priorita' operative
FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppCondividi