Equo compenso: civilisti, principio che non deve sottostare a poteri forti

29/11/2017
Equo compenso: civilisti, principio che non deve sottostare a poteri forti

Comunicato stampa

Equo compenso: civilisti, principio che non deve sottostare a poteri forti

L’Unione nazionale Camere civili “sottoscrive e fa proprie, condividendole in ogni punto le dichiarazioni del Ministro Orlando e del Presidente Cnf, in risposta alle critiche ed ai rilievi mossi dall’Antitrust in merito all’equo compenso”. Il Governo “non deve tornare indietro – sottolinea il presidente di Uncc Laura Jannotta- su un principio già affermato e condiviso. Si fa tra l’altro presente che la Corte di Giustizia Europea si era già pronunciata sul punto e aveva chiarito che le tariffe professionali non erano in contrasto con il diritto dell’Unione Europea. L’equo compenso – conclude la nota -è un principio di dignità per il lavoro professionale svolto che non deve sottostare alle leggi di mercato ed al volere dei c.d. poteri forti”.
Roma,29 novembre 2017

L’Uncc scrive a Boccia, preoccupa emendamento su processo civile
Manovra: Ocf e associazioni forensi, no a nuovo emendamento su rito sommario
FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppCondividi