Giustizia: Cnf, proposte su arretrato e percorsi alternativi

16/01/2014
Giustizia: Cnf, proposte su arretrato e percorsi alternativi

(ANSA) – ROMA, 16 GEN – “Avvocati impegnati nei tribunali per smaltire il carico giudiziario e liberare risorse per il recupero di efficienza; nuovi percorsi alternativi di risoluzione delle controversie affidati all’Avvocatura e sua partecipazione organica alla stesura delle norme”. Sono queste le linee del Consiglio nazionale forense (Cnf) sintetizzate dal consigliere segretario del Consiglio nazionale forense, Andrea Mascherin, alla riunione che ha preceduto la inaugurazione della Conferenza nazionale dell’Avvocatura di Napoli. “Il problema dell’arretrato nel processo civile – ha detto Mascherin – e’ superabile solo con l’impegno dell’Avvocatura, che ha la forza numerica, le competenze tecniche e la professionalita’ per scrivere le sentenze, garantendo la celerita’ delle decisioni e dunque l’effettivita’ dei diritti. Questo consentirebbe di liberare risorse per avviare una stagione di riforme strutturali, organiche e non estemporanee”. Secondo l’Avvocatura molti interventi normativi “si sono rivelati, all’evidenza dei fatti, assolutamente inefficaci”. Il Cnf ritiene importante “l’individuazione di strumenti nuovi, alternativi al processo, in grado di tutelare a pieno i diritti oggetto di contenzioso” e per questo “ha da tempo proposto un modello cosiddetto di negoziazione assistita – una procedura partecipativa con l’assistenza dei propri avvocati per raggiungere un accordo tra le parti – e la istituzione di Camere arbitrali da parte dei Consigli dell’Ordine”. Proposte gia’ pendenti in Parlamento, di cui Mascherin ha chiesto la immediata calendarizzazione. Nel quadro delle riforme necessarie, il Cnf ha annunciato inoltre di aver predisposto un articolato per la presenza obbligatoria di avvocati nell’ufficio legislativo del Ministero della Giustizia, oggi facoltativa. Mascherin ha precisato che nella proposta di legge i relativi oneri economici sono a carico del Cnf e dunque a costo zero per lo Stato.

Comunicato CNF Proposte Giustizia Conferenza Napoli 16_1_2014 bis (1)

Taglio tribunali: avvocati verso stop udienze per 7 giorni. Road map protesta presentata a Napoli, polemiche con ministro
Giustizia: Santacroce, basta ostilità su mediazione
FacebookTwitterGoogle+LinkedInWhatsAppCondividi